Alcune cose da sapere sulla chirurgia estetica

Ogni intervento di chirurgia estetica comporta delle complicanze o delle conseguenze: affidarsi a un professionista è il primo passo verso un buon risultato

A cosa serve la chirurgia estetica?

L’obiettivo della chirurgia estetica è correggere difetti di varia natura o dismorfie, e non trasformare interamente l’aspetto di un volto o del corpo. È importante specificare che chirurgia estetica significa sottoporsi ad atti medici e chirurgici a tutti gli effetti, dunque non si può parlare di chirurgia estetica come una scienza esatta: è impossibile stabilire con certezza la percentuale di miglioramento di un difetto da correggere, stabilirne dunque l’entità e calcolare la durata di un risultato nonché la tipologia e la qualità di cicatrici che ne conseguiranno. Per questi motivi è importante affidarsi a un professionista e richiedere che l’intervento di chirurgia estetica rispetti tutti gli standard di sicurezza e di eticità.

*(Fonte Sicpre)

Guarigione post chirurgia estetica, cosa aspettarsi?

I processi di guarigione e di cicatrizzazione post interventi di chirurgia estetica possono durare mesi dopo l’intervento e non sono interamente controllabili dal chirurgo o dal paziente, anzi: sono l’età, le abitudini di vita e le condizioni generali di salute, le caratteristiche specifiche della pelle e dei tessuti sottocutanei, la genetica e le influenze ormonali del paziente a influire ed eventualmente condizionare il risultato finale.

Ogni intervento di chirurgia estetica comporta delle complicanze o delle conseguenze – come ad esempio le cicatrici – che devono essere valutate prima di un intervento. È il chirurgo a garantire un corretto decorso di guarigione delle ferite chirurgiche, sempre tenendo a mente che sono possibili errori e complicanze che ogni paziente deve considerare prima dell’intervento.