Lifting chirurgico per viso e collo: rischi, complicanze, risultati

Come migliorare l’aspetto della pelle di viso e volto?

Invecchiamento del viso e del collo: quando intervenire chirurgicamente?

L’invecchiamento cutaneo della maggior parte delle aree del corpo, come è noto, provoca la caduta dei tessuti cutanei nonché il loro svuotamento, in particolar modo se si considerano i tessuti del collo e del viso, ovvero zigomi e collo.
In caso di invecchiamento della cute può essere utile ricorrere al lifting al viso o al lifting al collo, due tipologie di interventi chirurgici estetici per ringiovanire i tessuti di viso e collo, grazie ai quali è possibile ridurre o eliminare la cute in eccesso.

Tipologie di lifting del collo e del viso

Esistono varie tipologie di lifting del collo e del viso, stabilite dal medico sulla base delle reali esigenze del paziente e sempre nel rispetto della naturale armonia dei lineamenti di ognuno: tutto questo determina la tipologia di lifting facciale o del collo che il medico andrà a indicare. Esistono Lifting leggeri, che possono essere effettuati anche in anestesia locale, e lifting completi che possono migliorare l’aspetto della pelle di viso e collo insieme.

Lifting facciale, lifting del collo: come funziona?

In caso di lifting facciale o del collo il dottore effettua un’incisione dietro alle cartilagini anteriori dell’orecchio, effettuando uno scollamento lieve e non invasivo della pelle del volto che viene riposizionata verso l’alto.

Lifting a viso e collo, il decorso post operatorio

Il decorso post operatorio in caso di lifting a collo e viso non presenta particolari difficoltà anche se può comportare lievi ecchimosi, ovvero piccoli lividi che tendono a scomparire nell’arco di una settimana o 10 giorni. Nei due giorni successivi all’intervento possono esserci dei gonfiori del volto, che tendono a risolversi in poco tempo o al massimo entro le due o tre settimane successive; è raro ma possibile che si verifichino ematomi, cicatrici cheloidee, lesioni del nervo facciale o infezioni.

Cosa fare dopo il lifting al viso e al collo?

Già dopo quattro giorni il paziente può riprendere la sua regolare routine, evitando chiaramente attività faticose e stressanti, sarà vietata anche l’esposizione al sole e l’attività sportiva. I punti di sutura vengono rimossi dopo una settimana o poco più, a seconda delle indicazioni del medico, per poi passare alla fase di guarigione definitiva che sarà raggiunta nell’arco di sei mesi.

Lifting: quali sono i rischi e le complicanze?

Il lifting del volto è una procedura chirurgica a tutti gli effetti che va valutata con professionalità ed etica: si tratta infatti di un intervento chirurgico che può generare complicanze e rischi, anche se rari, come ad esempio sanguinamenti e infezioni. Affidarsi a un professionista e seguire ogni suo consiglio è il primo modo per ridurre il rischio di complicanze ed evitare ritardi nel processo di guarigione.